Area Software

/Area Software
Area Software 2017-05-08T15:55:19+00:00

Area Software

Il software è un programma o un insieme di programmi in grado di funzionare su un computer o qualsiasi altro apparato
con capacità di elaborazione utilizzato al fine di elaborare informazioni semplici e complesse ed in grado di dare risposte elaborate.

Il termine si contrappone tradizionalmente a hardware (la componente fisica di un sistema di calcolo).
Il suffisso -ware viene usato anche in altri termini che indicano particolari tipi di programmi: in funzione del ruolo che hanno in un sistema di calcolo (per esempio middleware).

01 Informatica Srl, nella sua storia, non è mai stata oggetto di controversie legali con i propri Clienti.
La capacità di offrire soluzioni innovative e servizi sempre più integrati, interattivi e personalizzabili è ciò che fa la differenza in un mercato sempre più affollato.

IBM i OS

IBM i è un ambiente operativo integrato che da oltre 20 anni garantisce sicurezza e business resiliency eccezionali.
Le aziende fanno affidamento su un’infrastruttura IT efficiente per supportare le applicazioni business-critical. Devono esser certe che i loro sistemi e i loro processi soddisfino i più elevati livelli di servizio definiti dalle funzioni aziendali e che possano adattarsi a gestire ogni nuova opportunità di business. IBM i (in precedenza noto come i5/OS) su IBM Power Systems permette di realizzare un’architettura scalabile e resistente agli attacchi di virus, che assicura una comprovata resilienza alle operazioni aziendali. Le applicazioni basate su IBM i hanno permesso alle aziende di ottenere migliori risultati nel corso degli anni, concentrandosi sull’innovazione anziché sulla gestione operativa dei data center.

Per avere un’infrastruttura più dinamica basta scegliere i sistemi e il software giusti, per consentire all’impresa di muoversi con agilità e velocità. Adottare IBM i significa implementare soluzioni di comprovata efficacia su una piattaforma di cui ci si può fidare. Con la più recente linea di sistemi Power e le applicazioni IBM i si ottengono prestazioni di altissimo livello e flessibilità dell’infrastruttura dinamica, con la possibilità di abbassare i costi operativi ricorrenti.

IBM i integra un’affidabile combinazione di funzioni per gestire database relazionale, sicurezza, servizi Web, networking e storage. Offre una base ampia ed estremamente stabile per database e middleware per distribuire in maniera efficiente le applicazioni di elaborazione aziendali, con il supporto di oltre 5.000 soluzioni offerte da 2.500 ISV (Independent Software Vendors). Le soluzioni IBM i vengono offerte tramite un’ampia rete mondiale altamente qualificata di IBM Business Partner, sostenuta dai servizi e dall’infrastruttura di supporto garantiti IBM.

IBM sviluppa, collauda completamente e precarica i componenti middleware di IBM i insieme, sin dalla fase progettuale, mentre su altre piattaforme l’integrazione tra sistema operativo, database e middleware avviene nel data center del Cliente.
L’integrazione, fin dalle prime fasi, e il testing di IBM i rappresentano un fattore fondamentale per rilasciare applicazioni più velocemente e gestirle con meno personale.
La virtualizzazione e la gestione dei lavori sono anch’esse integrate in IBM i per consentire l’esecuzione simultanea di più applicazioni sullo stesso sistema, con un pieno utilizzo delle risorse e con un migliore ROI (Return On Investment).

IBM AIX

AIX è basato sull’innovazione tecnologica pluriennale di IBM ed è stato sviluppato per fornire i massimi livelli di prestazioni e affidabilità fra i sistemi operativi UNIX.
Sistema operativo UNIX IBM di ultima generazione, collaudato, scalabile e basato su standard aperti
Funzioni di virtualizzazione, protezione, disponibilità e gestibilità che rendono AIX 6 più flessibile, sicuro e disponibile delle versioni precedenti.
Funzioni di virtualizzazione e tecnologia IBM POWER per garantire prestazioni superiori, migliorare l’utilizzo e l’efficienza del sistema, semplificare l’amministrazione e ridurre i costi totali
Disponibile in tre edizioni per capacità e flessibilità ancora maggiori.

Le aziende oggi hanno bisogno di massimizzare il rendimento dei capitali investiti in tecnologie informatiche. L’infrastruttura IT deve possedere la flessibilità necessaria per adattarsi velocemente alle esigenze in continua evoluzione delle aziende, e deve essere scalabile per gestire i carichi di lavoro in espansione, senza aggiungere complessità.
Ma flessibilità e prestazioni non bastano; è necessario che l’infrastruttura IT sia anche ultrasicura e garantisca costante disponibilità, gestendo al tempo stesso costi energetici e di raffreddamento.

Questi sono solo alcuni dei motivi per i quali sempre più aziende scelgono il sistema operativo AIX in esecuzione sui sistemi IBM con tecnologia Power Architecture. Grazie alle sue collaudate caratteristiche di scalabilità, virtualizzazione avanzata, sicurezza, gestibilità e affidabilità, il sistema operativo AIX rappresenta una scelta eccellente per la creazione di un’infrastruttura IT.
AIX è l’unico sistema operativo che ingloba decenni di innovazione tecnologica IBM ed è progettato per garantisce livelli di prestazioni e affidabilità più alti di qualsiasi altro sistema operativo UNIX.
La nuova versione di AIX, la 6.1, nota come “AIX 6”, è compatibile a livello binario con le versioni precedenti, incluse la AIX 5L e le versioni ancora precedenti.
Ciò significa che le applicazioni eseguite sulle versioni precedenti del sistema operativo potranno continuare ad essere eseguite senza alcun problema su AIX 61. AIX 6 è un sistema operativo UNIX basato su standard aperti e compatibile con Single UNIX Specification Version 3 di Open Group.

AIX 6 viene eseguito su sistemi basati su POWER4, PPC970, POWER5, POWER6 e l’ultima generazione dei processori POWER, POWER7. La maggior parte delle nuove funzioni di AIX 6 è compatibile con le precedenti piattaforme con processore POWER, anche se le prestazioni massime vengono garantite su sistemi basati sui nuovi processori POWER6 e POWER7.
Il sistema operativo AIX è studiato per le linee di server IBM Power, System p, System i, System p5, System i5, eServer p5, eServer pSeries ed eServer i5, oltre che per i blade IBM BladeCenter basati sulla tecnologia Power Architecture e le workstation IBM IntelliStation POWER.

AIX 6 estende le funzioni del sistema operativo AIX e include nuovi approcci di virtualizzazione che comprendono il trasferimento delle applicazioni tra i sistemi senza dover riavviare l’applicazione, nuove funzioni di sicurezza per migliorare e semplificare l’amministrazione della sicurezza, nuove funzioni di disponibilità ispirate ai sistemi IBM e numerose funzioni concepite per garantire una gestione di AIX più semplice ed economica. La versione AIX sottolinea l’impegno di IBM nei confronti delle innovazioni UNIX a lungo termine che offrono valore aziendale.
Si inserisce inoltre a pieno titolo nel processo di evoluzione del sistema operativo UNIX iniziato a Austin, Texas, con AIX su PC RT e i RISC Systems/6000 (RS/6000) più di venti anni fa.

LINUX for Power

RedHat e Novell SUSE Linux sono gestiti nativamente su Power Systems, offrendo un’alternativa scalabile alle applicazioni open source. Generazione di maggiore valore dall’investimento IT in sistemi Linux.
Risparmi realizzati grazie alla riduzione dei consumi energetici, alla condivisione delle risorse e al miglioramento dell’uso del sistema.
Riduzione dei rischi e miglioramento dei tempi di attività grazie all’esecuzione di Linux su un sistema progettato per ottimizzare gli investimenti.
Miglioramento del livello di servizio grazie alla capacità di rispondere immediatamente alle mutevoli esigenze del business.
La base di utenza di Linux continua a crescere e un numero sempre maggiore di aziende adotta applicazioni Linux per condurre le proprie attività. Linux si è guadagnato la fama di sistema flessibile e conveniente.
Le imprese beneficiano della sua struttura aperta sostenuta da una community open source globale. Sono infatti ormai migliaia le applicazioni ISV (Independent Software Vendor) eseguibili su Linux. Risorse e competenze sono immediatamente reperibili. Linux eguaglia UNIX® per caratteristiche tecniche e assicura l’affidabilità, la scalabilità e la sicurezza necessarie per eseguire carichi di lavoro mission-critical.

Sono sempre di più le aziende che, scegliendo la versione RedHat Enterprise Linux (RHEL) o Novell SUSE Linux Enterprise Server (SLES) del sistema operativo, guadagnano margine competitivo e ottimizzano i propri investimenti IT eseguendo applicazioni Linux su server IBM Power Systems.
La tecnologia Power assicura consistenti risparmi, riduce i rischi legati alla disponibilità e migliora il servizio grazie alle sue avanzate funzionalità di virtualizzazione.
Molte aziende massimizzano il rendimento dell’investimento IT in Linux spostando i carichi di lavoro su un solo sistema Power e tagliando così i costi amministrativi e anche quelli energetici.
In questo modo riescono a ridurre i rischi eseguendo applicazioni Linux su una piattaforma sempre disponibile. Le imprese si affidano a Power per servire meglio i clienti e aumentare la capacità di risposta alle esigenze di un business dinamico.

L’ultimo arrivato su piattaforma Power, Ubuntu, ad un prezzo ideale come alternativa più scalabile rispetto alle opzioni x86 della concorrenza. Ora progettati per supportare PowerKVM (US), la soluzione di virtualizzazione open source per i server Linux con scalabilità orizzontale Power

LINUX

Linux è una famiglia di sistemi operativi di tipo Unix-like aventi la caratteristica comune di utilizzare come nucleo il kernel Linux. Molte importanti società come: IBM, Sun Microsystems, HP, Red Hat e Novell hanno sviluppato e sviluppano un sistema Linux.
Grazie alla portabilità del kernel Linux sono stati sviluppati sistemi operativi Linux per un’ampia gamma di computer, dai cellulari, tablet computer e console ai mainframe e i supercomputer ed esistono sistemi Linux installabili come server.
Il suo sviluppo è sostenuto da un’associazione senza fini di lucro, ovvero la Linux Foundation. Linux, in realtà, è il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che è stato utilizzato come base per la realizzazione di vari sistemi operativi, in particolare molti progetti open source hanno scelto di sviluppare sistemi operativi con kernel Linux e software sviluppato dal progetto GNU, tutti questi sistemi vengono però comunemente chiamati con il nome del loro kernel (Linux) senza specificare di che tipo è il resto del software utilizzato.
L’utilizzo della parola Linux è da attribuire a Ari Lemmke, l’amministratore che rese per primo disponibile Linux su Internet via FTP il 17 settembre 1991[7]. In particolare, Linux era il nome della directory, la pub/OS/Linux, in cui risiedevano i file del nuovo sistema operativo[8]. Il nome scelto da Torvalds e che durò per sei mesi era Freax, ovvero Freaks con la x d’ordinanza[9].

Secondo Richard Stallman, fondatore del progetto GNU, e secondo la Free Software Foundation, la dicitura Linux (senza prefisso “GNU/”) per i sistemi operativi che utilizzano software GNU sarebbe erronea, in quanto il nome Linux è attribuibile al solo kernel e il sistema, strutturato a partire dai componenti dell’originale progetto GNU, dovrebbe più propriamente chiamarsi GNU/Linux[10][11].
Secondo altri e secondo l’uso della maggior parte degli utenti e degli sviluppatori e delle società coinvolti nello sviluppo del sistema operativo e del software ad esso collegato, il nome Linux è ormai divenuto sinonimo di sistema “Linux based”, cioè di sistema basato sul kernel Linux.

Sebbene non sia insostituibile per questo scopo, è anche il sistema operativo più comunemente usato per eseguire Apache, MySQL e PHP, i software alla base della maggior parte dei server web di tutto il mondo. Le iniziali di questi tre progetti, insieme all’iniziale della parola Linux, hanno dato origine all’acronimo LAMP.

Con l’evoluzione di ambienti desktop come KDE e GNOME, sono state sviluppate distribuzioni che offrono un’interfaccia grafica simile a quella di Microsoft Windows o di Mac OS X, più vicina alle esigenze degli utenti meno esperti, rendendo il passaggio da un sistema all’altro meno traumatico.

Microsoft Windows

Microsoft Windows, comunemente abbreviato in Windows o ancora più semplicemente Win, è una famiglia di ambienti operativi e sistemi operativi commerciali della Microsoft Corporation dedicati ai personal computer, alle workstation e ai server. In particolare Microsoft Windows nasce come ambiente operativo per i sistemi operativi MS-DOS e PC DOS (dedicati ai personal computer), e diventa sistema operativo con Windows NT (dedicato alle workstation e ai server) e Windows 95 (dedicato ai personal computer). Disponibili in commercio attualmente ci sono 4 diversi tipi di sistemi operativi Windows: Windows 7 per i personal computer e le workstation, Windows Server 2008 R2, Windows Server 2012 R2, Windows Home Server per i server, e Windows Mobile per gli smartphone, i Pocket PC e i Portable Media Center.
Microsoft Corporation con Microsoft Windows detiene il primato nel mercato dei sistemi operativi: a gennaio 2012 la quota di mercato per Microsoft Windows in questo comparto è pari al 83,62%.

Windows è un sistema operativo concepito fin dall’inizio per essere portabile su differenti architetture, sebbene si sia diffuso quasi esclusivamente su computer con architettura x86 (in passato sono state prodotte alcune versioni di Windows NT per DEC Alpha, MIPS, PowerPC e SPARC, oggi non più supportate). Attualmente sono supportate anche le nuove piattaforme a 64 bit di Intel e AMD. Con l’avvento di Windows 8, windowsdispone di una versione per ARM i processori più diffusi nei dispositivi portatili (tablet e smartphone). Le varie famiglie di Windows hanno caratteristiche tecniche molto diverse fra loro:Le versioni a 16 bit erano semplicemente degli “ambienti grafici” che fornivano al programmatore un insieme di librerie e servizi per l’interfaccia grafica. In realtà le funzioni di base (l’input/output, l’accesso ai dischi e la gestione della memoria) sfruttavano i servizi del BIOS e del DOS.

Le versioni ibride a 16/32 bit (la famiglia Windows 9x) disponevano invece di un proprio kernel in modalità protetta, che tuttavia era un’evoluzione del kernel in modalità reale del DOS.

La famiglia Windows NT (2008, 2012 Server,ecc..) , invece, è basata su un kernel completamente nuovo a 32 bit (64 bit in alcune versioni recenti) con architettura a microkernel ibrido.

Ciò che rende uniformi tutti i sistemi Windows è l’interfaccia ad alto livello al programmatore, costituita dalle Windows API che hanno mantenuto una forma sostanzialmente immutata dalla prima versione di Windows ad oggi.

Windows 10. Grandi potenzialità.
Il sistema Windows di sempre, ma migliore
Windows 10 ha un aspetto familiare e ti sentirai subito a tuo agio. È tornato il menu Start con spazio per aggiungere le tue app preferite. Il semplice sistema di spostamento significa anche che non dovrai dedicare troppo tempo a esplorare le novità.

Sempre aggiornato
Non dovrai più preoccuparti di avere scaricato le funzionalità o gli aggiornamenti della sicurezza più recenti. Windows distribuisce in modo automatico gli aggiornamenti direttamente nel tuo dispositivo, non appena sono disponibili.